Conferenza dei Sindaci dell'A.ULSS 10 del Veneto Orientale

 

Filone: 1.2 Azioni di integrazione sociale scolastica

 

Importo assegnato da DGR 2424/2013: € 15.192,00

Importo totale budget: € 30.192,00

Importo finanziamento richiesto: € 15.192,00

Importo compartecipazione: € 15.000,00

Importo rendicontato: € 31.034,56

Importo finanziamento riconosciuto: € 15.192,00

 

Area prioritaria: 2.  Valorizzazione dei mediatori linguistico - culturali

 

Azione: 2.a Un ponte oltre ai confini – mediazione scolastica

 

Inizio e fine attività: ottobre/novembre 2014 – maggio 2015

 

Soggetti coinvolti: Comune di Portogruaro in partenariato con i Comuni del Veneto Orientale

 

Attività: Il progetto prevede l'impiego di mediatori culturali da utilizzarsi al fine di migliorare l'integrazione scolastica e sociale degli studenti immigrati ma anche delle loro famiglie; i mediatori si troveranno a dover collaborare con gli operatori dei comuni interessati e con i docenti delle scuole primarie e secondarie coinvolte.

Gli obiettivi che ci si prefigge di realizzare vedono la risoluzione della difficoltà che l'alunno immigrato può incontrare rispetto alla comprensione della lingua italiana, nelle relazioni sociali e nell'inserimento scolastico.

Le attività che permetteranno di raggiungere gli scopi sopra citati prevedono interventi di mediazione presso gli istituti scolastici (su specifica richiesta dei docenti) al fine di collaborare con gli insegnanti nella preparazione del materiale didattico, facilitare la comunicazione dell'alunno straniero e il suo processo di integrazione con gli altri studenti, fornire alla famiglia dell'allievo informazioni sul sistema scolastico ed educativo con lo scopo di costruire legami professionali con essa esplicitando il suo ruolo e responsabilità nel nuovo cammino scolastico del proprio figlio.

 

 

 

Azione: 2.b Un ponte oltre i confini – mediazione culturale

 

Inizio e fine attività: ottobre/novembre 2014 – maggio 2015

 

Soggetti coinvolti: Comune di Portogruaro in partenariato con i Comuni del Veneto Orientale

 

Attività: Il presente progetto prevede il coinvolgimento degli operatori degli enti locali, dei servizi pubblici e delle forze d'ordine presenti nel territorio interessato, i quali avranno il compito di facilitare il percorso di insediamento delle famiglie straniere che presentino difficoltà di linguaggio o altre problematiche riconducibili alla diversità culturale.

Gli obiettivi che si intendono perseguire mirano ad agevolare lo stabilizzarsi delle famiglie immigrate mettendole a conoscenza delle opportunità che il territorio offre mediante specifici incontri con i servizi territoriali a disposizione, usufruendo di interventi di mediazione in ambito sociale.

Nello specifico verranno realizzati degli incontri mirati con i mediatori nell'eventualità vengano a crearsi situazioni di incomprensione delle indicazioni, fornite dai servizi territoriali, a causa della non conoscenza della famiglia della lingua italiana. Sarà prevista anche una mediazione culturale, non solo linguistica, così da agevolare le famiglie interessate a comprendere le diversità culturali, i valori, i diritti e i doveri previsti dalla legislazione e cultura del territorio.

 

 

Area prioritaria: 3.  Informazione: sportelli e strumenti informativi

 

Azione: 3.a Sportello Abramo

 

Inizio e fine attività: novembre 2014 – maggio 2015

 

Soggetti coinvolti: Comune di Portogruaro in partenariato con i Comuni del Veneto Orientale

 

Attività: Lo sportello Abramo ha come scopo principale quello di porsi come sportello informativo di riferimento non solo per i cittadini immigrati ma anche per i datori di lavoro e le istituzioni/servizi pubblici coinvolti nel processo migratorio.

Nello specifico gli obiettivi che si perseguiranno saranno il favorire l'acquisizione di informazioni e norme da parte dei richiedenti, sostegno nel processo di insediamento di cittadini/famiglie immigrate fornendo informazioni di orientamento e organizzazione territoriale che permettano una loro reale autonomizzazione e garantire un'informazione anticipata alle istituzioni deputate all'accoglienza ed assistenza nelle varie competenze e funzioni istituzionali.

Le attività che si implementeranno permetteranno il raccordo tra le varie istituzioni/servizi coinvolti nel processo migratorio, la collaborazione con lo Sportello Informativo Rientro e l'iscrizione ed inserimento alla rete RIRVA.