Conferenza dei Sindaci dell'A.ULSS 16 di Padova

Filone: 1.2 Azioni di integrazione sociale e scolastica

 

Importo assegnato da DGR 2424/2013: € 31.435,50

Importo totale budget: € 48.192,50

Importo finanziamento richiesto: € 21.835,43

Importo compartecipazione: € 26.357,07

Importo rendicontato: € 31.435,50

Importo finanziamento riconosciuto: € 18.415,72

 

Area prioritaria: 1. Inserimento scolastico, insegnamento della lingua italiana e promozione di interventi educativi rivolti ai minori, anche finalizzati al contrasto del fenomeno della dispersione scolastica.

 

Azione: 1.a A scuola d'italiano. Corsi di lingua italiana per minori, lingua dello studio, supporto in preparazione degli esami di terza media, laboratori linguistici (doposcuola e sostegno all'apprendimento della lingua)

 

Inizio e fine attività: approvazione – 30 giugno 2015

 

Soggetti coinvolti: Il Comune di Padova in partenariato con i Comuni di Rubano, Saonara, Cadoneghe, Brugine, S.Angelo di Piove, Pontelongo

 

Attività: Le attività mirano a consolidare e sviluppare le reti esistenti tra scuole e Comuni della CdS, a favorire l'acquisizione della lingua base e dello studio con l'offerta linguistica nelle scuole primarie e secondarie, a favorire il recupero scolastico e l'integrazione con attività di doposcuola e preparazione agli esami di terza media. Si prevede pertanto di realizzare corsi di lingua italiana per minori, sia neo arrivati sia già iscritti a scuola ma con necessità di sostegno nella lingua dello studio. I beneficiari delle attività verranno individuati su segnalazione delle scuole. L'approccio metodologico sarà integrato: comunicativo, ludico e cooperativo con una particolare attenzione alla valorizzazione delle risorse dei minori coinvolti nelle attività.

 

 

Azione: 1.b Una scuola su misura. Sportello Informazione Scuola, orientamento e riorientamento scolastico e consulenza informativa per studenti e famiglie nelle scuole secondarie di primo e secondo grado in accordo con lo Sportello Unico per l'Immigrazione

 

Inizio e fine attività: approvazione  – 30 giugno 2015

 

Soggetti coinvolti: Il Comune di Padova

 

Attività: Le attività prevedono una tempestiva informazione alle famiglie di alunni stranieri sul funzionamento del sistema scolastico italiano da realizzarsi attraverso lo sportello unico per l'immigrazione; la collaborazione con le scuole per facilitare la pianificazione degli interventi; l'invio degli studenti neo arrivati ai corsi di lingua italiana e il sostegno nella fase di inserimento e nella relazione scuola-famiglia, il contrasto alla dispersione scolastica con l'orientamento e il riorientamento scolastico attraverso uno sportello di consulenza e di presa in carico individualizzata. Si utilizzerà il metodo dell'ascolto partecipato, stimolando l'emersione dei bisogni e delle criticità.

 

 

Azione: 1.c Una scuola per tutti. Mediazione linguistico-culturale e facilitazione linguistica nelle scuole di ogni ordine e grado per neoiscritti, in classe e nel rapporto scuola-famiglia, educazione interculturale nelle scuole/laboratori interculturali

 

Inizio e fine attività: approvazione – 30 giugno 2015

 

Soggetti coinvolti: Il Comune di Padova in partenariato con Selvazzano Dentro, Abano Terme, Torreglia, Saonara, Noventa Padovana, Cadoneghe, Limena, Ponte S.Nicolò, Maserà, Legnaro, Brugine, S.Angelo di Piove, Codevigo, Correzzola, Arzergrande

 

Attività: le attività prevedono la realizzazione di percorsi personalizzati per sostenere gli alunni stranieri nel processo d'inserimento scolastico e formativo con affiancamento di mediatori interculturali in classe per i neoiscritti; il sostegno alle scuole nel creare un legame con i genitori degli alunni stranieri agendo attraverso i mediatori per facilitare la comunicazione superando le barriere linguistiche e culturali, con l'obiettivo inoltre di favorire la partecipazione dei genitori stranieri al percorso scolastico dei figli; la realizzazione di laboratori nelle classi finalizzati all'educazione interculturale per i quali si intende adottare un approccio partecipativo dal basso volto a far emergere le esigenze del gruppo-classe, con attenzione alle diversità culturali e di genere.

 

 

Area prioritaria: 3. Informazione: sportelli e strumenti informativi

 

Azione: 3.a SISS – Sportello Informazione e Servizi per Stranieri

 

Inizio e fine attività: approvazione – 30 giugno 2015

 

Soggetti coinvolti: Il Comune di Padova in partenariato con i Comuni di Legnaro, S.Angelo di Piove, Piove di Sacco, Codevigo

 

Attività: Obiettivi delle attività sono quelli di creare informazione negli sportelli CISI dei Comuni della Saccisica sui servizi del Piano, accrescere la consapevolezza dei cittadini immigrati sul proprio status e valorizzare l'espressione di cittadinanza attiva, diffondere l'informazione sull'offerta formativa con attività di sportello nell'area Saccisica. Le attività prevedono pertanto uno Sportello itinerante a chiamata per utenti in difficoltà presenti nel territorio dell'area Saccisica in raccordo con i servizi comunali. Si utilizzerà il metodo dell'ascolto partecipato, stimolando l'emersione dei bisogni e delle criticità, per fornire le informazioni e il percorso di accompagnamento più adeguato alle esigenze degli utenti.

 

 

 

Filone: 2.1 Interventi a favore delle donne

 

Importo assegnato da DGR 2424/2013 residuo del  Filone 1.2: € 9.600,07

Importo totale budget: € 21.194,14

Importo finanziamento richiesto: € 9.600,07

Importo compartecipazione: € 11.594,07

Importo rendicontato: € 21.174,71

Importo finanziamento riconosciuto: € 13.019,78

 

Area prioritaria: 1. Inserimento delle donne straniere, con particolare attenzione alle donne sole con prole

 

Azione: 1.a Centro Donne dal Mondo

 

Inizio e fine attività: approvazione – 30 giugno 2015

 

Soggetti coinvolti: Il Comune di Padova in partenariato con il Comune di Rubano.

 

Attività: Obiettivi delle attività sono quelli di sostenere la crescita personale, l'autonomia, l'integrazione e l'interazione con il tessuto sociale delle donne immigrate, offrendo tempi e luoghi d'incontro e opportunità di socializzazione e favorendo l'accesso ai servizi territoriali. Al contempo si mira ad accrescere la conoscenza e la consapevolezza dei loro diritti, a promuovere il rafforzamento delle competenze genitoriali, a facilitare l'avvicinamento al e l'ingresso nel mondo del lavoro. A tal fine si utilizza lo sportello per l'informazione, l'accoglienza e l'ascolto, l'orientamento e l'accompagnamento ai servizi primari e specialistici del territorio con presa in carico, si organizzano gruppi di discussione sui temi della genitorialità e, attraverso lo sportello di orientamento, si effettuano colloqui di valutazione per il bilancio delle competenze e accompagnamento nella ricerca del lavoro. Le attività di sportello prevedono l'utilizzo del metodo dell'ascolto partecipato, stimolando l'emersione dei bisogni e delle criticità.

 

 

Azione: 1.b Accompagnamento nei percorsi d'integrazione con interventi domiciliari ed extradomiciliari per nuclei familiari

 

Inizio e fine attività: approvazione  – 30 giugno 2015

 

Soggetti coinvolti: Il Comune di Padova in partenariato con i Comuni di Mestrino e Ponte S.Nicolò

 

Attività: Obiettivi delle attività sono: facilitare l'interazione delle donne immigrate con il tessuto sociale, favorendo la capacità di accesso ai servizi territoriali, alle relazioni e agli scambi sociali; sostenere le donne all'interno dei nuclei familiari con interventi domiciliari ed extradomiciliari nell'accompagnamento in percorsi d'integrazione in raccordo con i servizi territoriali. Pertanto, su richiesta dei servizi comunali, si supporteranno nuclei familiari nei percorsi di inserimento e integrazione nel territorio all'interno di progetti educativi. La metodologia prevede la presa in carico di nuclei/famiglia che sia di aiuto a far emergere le risorse dei singoli componenti della famiglia e gli aspetti di maggiore fragilità all'interno del contesto domiciliare con interventi che favoriscano la consapevolezza e il cambiamento.

 

 

Azione: 1.c Corsi di lingua italiana per donne con baby sitting per favorire la socializzazione e l'integrazione nella comunità locale

 

Inizio e fine attività: approvazione  – 30 giugno 2015

 

Soggetti coinvolti: Il Comune di Padova in partenariato con il Comune di Piove di Sacco

 

Attività: Attraverso la realizzazione di corsi con servizio di accoglienza e baby-sitting, si mira a favorire l'acquisizione delle competenze linguistico-comunicative di base della lingua italiana (alfabetizzazione e raggiungimento del livello A1) e di conoscenze culturali della società ospitante. Nella conduzione dei corsi si privilegerà sia l'apprendimento dell'italiano, sia la creazione di contesti che favoriscano lo scambio comunicativo, attraverso un approccio integrato: comunicativo, ludico, cooperativo, con l'utilizzo del "metodo diretto" e del "metodo autobiografico". I corsi saranno anche occasione per favorire lo scambio e la conoscenza dei servizi territoriali.