Conferenza dei Sindaci dell'A.ULSS 2 di Feltre

Filone: 1.1 Azioni di formazione

 

Importo assegnato da DGR 2424/2013: € 2.932,35

Importo totale budget: € 3.518,82

Importo finanziamento richiesto: € 2.932,35

Importo compartecipazione: € 586,47

Importo rendicontato: € 4.583,41

Importo finanziamento riconosciuto: € 2.932,35

 

Area prioritaria: 3. Formazione e aggiornamento degli operatori di servizi, operatori aziendali, operatori di sportello e on-line, insegnanti e operatori della scuola

 

Azione: 3.a  Le parole dell'intercultura, laboratorio di scrittura autobiografica

 

Inizio e fine attività: ottobre 2014 – marzo 2015

 

Soggetti coinvolti: Azienda feltrina servizi alla persona in partenariato con la Casa Primaria in Treviso dell'Istituto delle Figlie della Carità

 

Attività:

Realizzazione di un laboratorio di scrittura autobiografica di prima soglia articolato in 4 incontri e avente come partecipanti n. 20 assistenti sociali dei comuni afferenti alla Conferenza dei Sindaci dell'A.ULSS 2.

Tale laboratorio ha come obiettivo quello di permettere agli operatori di sperimentare in prima persona il metodo autobiografico attraverso la produzione e l'analisi delle proprie storie personali e lavorative, al fine di utilizzarlo poi nell'ambito della propria attività professionale.

Lo scopo dell'attività in questione è quello di far sì che i partecipanti sviluppino la capacità di ripensare e scrivere la propria storia lavorativa alla luce della parola chiave dell'intercultura, incrementando così competenze narrative, riflessive e meta cognitive.

L'attività si svolgerà in gruppo, con momenti in piccoli gruppi o a coppie.

 

 

 

Filone: 1.2 Azioni di integrazione sociale e scolastica

 

Importo assegnato da DGR 2424/2013: € 7.915,50

Importo totale budget: € 9.500,00

Importo finanziamento richiesto: € 7.915,50

Importo compartecipazione: € 1.584,50

Importo rendicontato:

Importo finanziamento riconosciuto:

 

Area prioritaria: 1. Inserimento scolastico, insegnamento della lingua italiana e promozione di interventi educativi rivolti ai minori, anche finalizzati al contrasto del fenomeno della dispersione scolastica

 

Azione: 1.a Rete di scuole per l'integrazione scolastica degli alunni stranieri del feltrino

 

Inizio e fine attività: 10 ottobre 2014 - 30 giugno 2015

 

Soggetti coinvolti: Azienda feltrina servizi alla persona in partenariato con l'Istituto Comprensivo di Quero e il C.T.P. di Quero.

 

Attività:

Le attività previste vedono la realizzazione di laboratori di lingua destinati ad alunni stranieri, laboratori che si differenzieranno a seconda del grado di conoscenza della lingua italiana degli studenti in questione (livello A0-A1  A2-B1).

Gli Istituti Scolastici coinvolti sono 9 con problematiche e numeri di plessi differenti, i laboratori verranno quindi organizzati considerando le diverse necessità individuate e analizzate da un'apposita organizzazione di rete che vede il coinvolgimento di un organo Direttivo (Dirigenti Scolastici), una Commissione di Rete (Referenti) e il coordinamento dei due organi con i tavoli del territorio.

Gli obiettivi da perseguire sono il favorire e facilitare l'inserimento degli alunni stranieri nelle classi, l'apprendere la lingua della comunicazione nel caso di alunni neo arrivati e il consolidarne l'utilizzo e lo studio.

Il risultato atteso è la riduzione delle non ammissioni alla classe successiva e in particolar modo alla scuola secondaria di 1 grado.

 

 

Azione: 1.b Alfabetizzazione alunni stranieri

 

Inizio e fine attività: 15 settembre 2014 - 30 giugno 2015

 

Soggetti coinvolti: Azienda feltrina servizi alla persona in partenariato con l'Istituto Comprensivo di Mel

 

Attività:

Creazione di laboratori di L2 personalizzati, per singoli alunni o piccoli gruppi all'interno della classe. La metodologia utilizzata prevede l'uso del total phisicol repons, attività ludiche e partecipazione a progetti mirati.

Gli obiettivi specifici che si intendono perseguire sono il favorire e facilitare l'inserimento degli alunni stranieri nelle classi, l'apprendimento della lingua della comunicazione nel caso di alunni neo arrivati e consolidarne l'utilizzo e lo studio.

I risultati attesi vedono l'acquisizione della capacità di comunicare  correttamente con compagni e adulti sia in ambito scolastico che extrascolastico, maggiori competenze nello studio nonché riduzione delle non ammissioni alla classe successiva e in particolar modo alla scuola secondaria di 1 grado.

 

 

Azione: 1.c S.O.S. compiti

 

Inizio e fine attività: ottobre 2014 - maggio 2015

 

Soggetti coinvolti: Azienda feltrina servizi alla persona in partenariato con il Comune di Feltre.

 

Attività:

Realizzazione di un sostegno scolastico pomeridiano di gruppo, prevalentemente rivolto ad alunni immigrati frequentanti la I e II classe della scuola secondaria di primo grado, avente come obiettivo quello di favorire i processi di apprendimento di un adeguato metodo di studio e di motivazione ad esso, la prevenzione di comportamenti devianti derivanti da emarginazione e disagio sociale, miglioramento delle abilità sociali e degli aspetti psico-relazionali.

La metodologia utilizzata mirerà a stimolare il ruolo attivo degli studenti al fine di renderli protagonisti del proprio percorso di apprendimento attraverso momenti ludici e attività laboratoriali di carattere interpersonale e in un'ottica interculturale.

I risultati attesi vedono l'aumento dell'impegno e dell'assiduità nell'approccio allo studio con conseguente miglioramento dei risultati scolastici.

 

 

Azione: 1.d "SOS compiti": integrazione scolastica e diritto allo studio

 

Inizio e fine attività: ottobre 2014 - maggio 2015

 

Soggetti coinvolti: Azienda feltrina servizi alla persona in partenariato con il Comune di Santa Giustina Bellunese

 

Attività:

Il progetto SOS COMPITI si rivolge agli alunni stranieri nella fascia d'età compresa tra i 6 e i 13 anni e ha come obiettivo quello di affiancare e sostenere gli studenti nello svolgimento dei compiti pomeridiani, promuovendo la conoscenza e l'uso della lingua italiana, favorendo la socializzazione e le occasioni di confronto.

Gli scopi finali di questo progetto sono quelli di fornire agli studenti immigrati maggiori strumenti linguistici che permettano loro una migliore integrazione scolastica e sociale, ridurre gli ostacoli comunicativi, prevenire la dispersione e l'abbandono scolastico.

 

 

Azione: 1.e  Amico Tutor, Scuola Amica - Laboratorio di Lingua Amica

 

Inizio e fine attività: ottobre 2014 - maggio 2015

 

Soggetti coinvolti: Azienda feltrina servizi alla persona in partenariato con il Comune di Trichiana

 

Attività:

Realizzazione di corsi di italiano rivolti agli studenti immigrati al fine di permettere loro un maggiore inserimento sia nel contesto scolastico che sociale dotandoli delle necessarie competenze linguistiche.

I corsi saranno organizzati in piccoli gruppi omogenei in relazione all'età e alle classi frequentate dagli studenti i quali saranno affiancati, oltre che dal personale docente, anche da un proprio compagno di classe "amico-tutor": ciò permetterà di svolgere durante questi incontri un percorso di educazione interculturale con attività miranti a favorire il dialogo e la socializzazione tra studenti italiani e immigrati educandoli così alla mondialità e multiculturalità.

I risultati attesi per questo progetto sono il miglioramento del rendimento scolastico degli studenti, l'aumento dell'impegno e assiduità nell'approccio allo studio e il miglioramento delle abilità sociali e degli aspetti psico-relazionali.

 

 

Azione: 1.f  Laboratori interculturali per bambini delle scuole

 

Inizio e fine attività: ottobre 2014 - maggio 2015

 

Soggetti coinvolti: Azienda feltrina servizi alla persona in partenariato con l'Unione dei Comuni del Basso Feltrino

 

Attività:

Realizzazione di laboratori/spettacoli di carattere interculturale, da svolgersi durante il consueto orario scolastico, al fine di agevolare e motivare all'incontro e scambio reciproco studenti appartenenti a nazionalità diverse.  

Verranno, inoltre, organizzati incontri ed eventi artistici, con l'aiuto di esperti ed associazioni, riguardanti il tema dei diritti dei bambini.

I risultati che si intendono ottenere attraverso questi laboratori sono il miglioramento delle relazioni tra gli studenti e dei risultati scolastici degli alunni migranti.