Conferenza dei Sindaci dell'A.ULSS 12 Veneziana

Filone: 1.2 Azioni di integrazione sociale e scolastica

 

Importo assegnato da DGR 2424/2013: € 21.268,00

Importo totale budget: € 30.230,00

Importo finanziamento richiesto: € 17.573,08

Importo compartecipazione: € 12.656,92

Importo rendicontato: € 32576,76

Importo finanziamento riconosciuto: € 17.573,08

 

Area prioritaria: 1. Inserimento scolastico, insegnamento della lingua italiana e promozione di interventi educativi rivolti ai minori, anche finalizzati al contrasto del fenomeno della dispersione scolastica

 

Azione: 1.a Inserimento scolastico di bambini e ragazzi stranieri neo arrivati

 

Inizio e fine attività: 1 settembre 2014 – 30 giugno 2015

 

Soggetti coinvolti: Il Comune di Venezia in partenariato con i Comuni di Cavallino Treporti, Marcon, Quarto d'Altino

 

Attività: Le attività mirano a consolidare e standardizzare un modello di intervento per l'inserimento scolastico degli alunni stranieri neo arrivati, favorendo la collaborazione tra istituti scolastici e istituzioni del territorio. Al contempo hanno l'obiettivo di sostenere e accompagnare il minore e la sua famiglia nella messa in atto e nello sviluppo del progetto scolastico e formativo. A tal fine si continua quindi il percorso di promozione del corretto utilizzo della mediazione linguistico-culturale nel territorio della Conferenza dei Sindaci attraverso interventi di mediazione che affianchino gli studenti neo arrivati nelle scuole del territorio e che facilitino il rapporto scuola-famiglia. Grazie a questi interventi, inoltre, gli operatori della scuola possono consolidare le loro capacità di accoglienza e inserimento. L'attività di gestione della mediazione vede coinvolti l'Ente locale, la scuola e le famiglie.

 

 

Azione: 1.b Laboratori doposcuola contro la dispersione scolastica

 

Inizio e fine attività: 1 settembre 2014 – 30 giugno 2015

 

Soggetti coinvolti: Il Comune di Venezia in partenariato con quello di Cavallino Treporti

 

Attività: Le attività previste vogliono consolidare un modello di intervento per l'inserimento scolastico degli alunni stranieri neo arrivati, contrastando la dispersione scolastica, supportando le famiglie nella conoscenza e nella partecipazione al sistema scolastico, aumentando le opportunità di sostegno extrascolastico, favorendo la solidarietà tra pari attraverso la condivisione delle reciproche conoscenze, la creazione di relazioni positive, la collaborazione. Il progetto prevede la realizzazione di 2 laboratori doposcuola di sostegno ai compiti e alla frequenza scolastica per alunni delle scuola medie del Comune di Cavallino-Treporti, la realizzazione di 2 spazi compiti contro la dispersione scolastica nel Comune di Venezia e la realizzazione di un laboratorio di comunicazione e socializzazione per ragazzi e ragazze neo arrivati/e per prevenire la dispersione scolastica e favorire il rapido inserimento nelle scuole.

 

 

Azione: 1.c Rafforzamento dell'equipe che si occupa di inclusione sociale di minori e famiglie

 

Inizio e fine attività: 1 settembre 2014 – 30 giugno 2015

 

Soggetti coinvolti: Il Comune di Venezia

 

Attività: Le attività previste hanno l'obiettivo di accompagnare e coordinare gli operatori che si occupano di progettare e realizzare interventi rivolti ai minori e alle loro famiglie attraverso la realizzazione di un percorso di 5 incontri di coordinamento/supervisione che si avvalga degli strumenti teorico-pratici propri della psicologia transculturale e delle migrazioni, dell'antropologia della salute e delle migrazioni, del paradigma pscio-socio-analitico. Gli incontri periodici, tenuti da un esperto, prevedono la presentazione e la discussione dei casi, il confronto e la discussione in gruppo e sotto-gruppi, le tecniche attive di mobilizzazione di gruppo, la proposta e la costruzione di percorsi bibliografici critici.

 

 

Area prioritaria: 3. Informazione: sportelli e strumenti informativi

 

Azione: 3.a Informazione e orientamento in materia di immigrazione nei comuni di Marcon e Quarto d'Altino

 

Inizio e fine attività: 1 settembre 2014 – 30 giugno 2015

 

Soggetti coinvolti: Il Comune di Venezia in partenariato con i Comuni di Marcon e Quarto d'Altino

 

Attività: Obiettivo delle attività è potenziare i servizi di informazione e orientamento in materia di immigrazione nel territorio della Conferenza dei Sindaci dell'A.ULSS12 veneziana, favorendo l'accesso ai servizi da parte delle persone immigrate con particolare attenzione ai neo arrivati, aumentando la collaborazione tra servizi e istituzioni che operano con immigrati, favorendo la messa in rete delle risorse presenti sul territorio e sostenendo lo Sportello Migranti presente a Quarto d'Altino e Marcon, che offre consulenza e assistenza su questioni relative a leggi sull'immigrazione, rilascio e rinnovo dei titoli di soggiorno, ricongiungimento familiare, rilascio dei visti d'ingresso, cittadinanza, immigrazione per lavoro, e fornisce inoltre informazioni e orientamento sui servizi del territorio, sui contratti di affitto, sui contributi previdenziali, sulla ricerca di lavoro, supportando anche chi ne ha bisogno nella redazione del CV . Si presterà particolare attenzione all'utilizzo di un metodo centrato su tecniche di informazione semplificata, empowerment rispetto alle capacità dei beneficiari e lavoro di rete.

 

 

Azione: 3.b Rafforzamento dello sportello di informazione e orientamento in materia di immigrazione del Comune di Venezia

 

Inizio e fine attività: 1 settembre 2014 – 30 giugno 2015

 

Soggetti coinvolti: Il Comune di Venezia in partenariato con i Comuni di Marcon e Quarto d'Altino

 

Attività: Obiettivi delle attività sono aumentare la collaborazione tra servizi e istituzioni che operano con immigrati favorendo la messa in rete delle risorse presenti sul territorio e migliorare l'efficacia degli sportelli di informazione e orientamento nell'accoglienza degli utenti e nella risposta ai loro bisogni. Nello specifico si prevede di intervenire in due direzioni: da una parte potenziando il dispositivo di accoglienza degli utenti durante l'apertura al pubblico dello sportello attraverso l'affiancamento di un mediatore linguistico culturale per la gestione della fase di attesa del colloquio e, dall'altra, sostenendo l'operatività quotidiana degli operatori di sportello, sia nella lettura dei bisogni, delle risorse, dei punti migliorabili delle persone immigrate che accolgono, sia nella realizzazione di reti e connessioni fra le risorse umane e materiali presenti sul territorio attraverso la realizzazione di incontri tra gli operatori e un esperto di colloquio e relazione di aiuto.

 

 

Azione: 3.c Strumenti informativi per il riconoscimento dei titoli di studio

 

Inizio e fine attività: 1 settembre 2014 – 30 giugno 2015

 

Soggetti coinvolti: Il Comune di Venezia

 

Attività: Obiettivi delle attività sono quelli di migliorare la conoscenza sulle possibilità di riconoscimento dei titoli di studio per immigrati, valorizzare le competenze presenti nel territorio e diffondere la conoscenza nel sistema dei servizi su questo specifico tema. Facendo seguito a un approfondimento sul tema del riconoscimento dei titoli di studio realizzato nell'ambito di un seminario tenutosi nel 2013, si intende realizzare uno strumento informativo dettagliato, prestando particolare attenzione alla realizzazione di uno strumento che abbia criteri di leggibilità e semplificazione , tradotto in almeno 4 lingue. Si prevede di inviare il documento ad almeno 100 soggetti del territorio coinvolgibili sulla questione.

 

 

Area prioritaria: 4. Promozione del dialogo tra la cultura veneta e le altre culture

 

Azione: 4.a Tavolo del dialogo interculturale e interreligioso e rafforzamento del rapporto tra associazioni di immigrati, comunità locale e istituzioni

 

Inizio e fine attività: 1 settembre 2014 – 30 giugno 2015

 

Soggetti coinvolti: Il Comune di Venezia

 

Attività: Obiettivi delle attività sono promuovere il protagonismo delle realtà associative immigrate e la loro capacità di lavorare in rete, anche con i soggetti istituzionali, favorire il dialogo tra culture e religioni e la coesione sociale e creare eventi, situazioni e luoghi dello scambio culturale e religioso. Nello specifico il Tavolo del dialogo interculturale, costituito nel quadro del Progetto FEI "Mediare.com" 2011-2012 e proseguito nell'ambito del Progetto Mediazioni 8 e 9, continuerà i suoi lavori attraverso incontri periodici dei suoi aderenti (Comune di Venezia, Centro islamico di Marghera, Associazione culturale del Bangladesh di Marghera, Parrocchia della Resurrezione di Marghera, Chiesa ortodossa di Mestre) e iniziative sul territorio di promozione del dialogo interculturale e della coesione sociale. Si intende inoltre proseguire il rapporto con le associazioni nella prospettiva di rafforzare la rete e consolidare le relazioni tra gli aderenti.

 

 

 

Filone: 2.1 Interventi a favore delle donne

 

Importo assegnato da DGR 2424/2013 residuo del Filone 1.2: € 3.694,92

Importo totale budget: € 8.680,00

Importo finanziamento richiesto: € 3.694,92

Importo compartecipazione: € 4.985,08

Importo rendicontato: € 8.974,00

Importo finanziamento riconosciuto: € 3.694,92

 

Area prioritaria: 1. Inserimento delle donne straniere, con particolare attenzione alle donne sole con prole

 

Azione: 1.a Laboratori formativi specifici per donne immigrate nei comuni di Cavallino-Treporti, Marcon e Quarto d'Altino

 

Inizio e fine attività: 1 settembre 2014 – 30 giugno 2015

 

Soggetti coinvolti: Il Comune di Venezia in partenariato con i Comuni di Cavallino Treporti, Marcon, Quarto d'Altino

 

Attività: L'attività è rivolta alle donne residenti nei comuni di Cavallino-Treporti e Marcon e si articola con la realizzazione di tre laboratori di italiano e educazione civica. Obiettivi principali dell'azione sono quelli di favorire l'apprendimento della lingua italiana da parte delle donne immigrate, di aiutare la socializzazione offrendo la possibilità di sviluppare rapporti interpersonali al di fuori della ristretta cerchia familiare e comunitaria, favorendo quindi l' inserimento nel territorio, e di promuovere il protagonismo delle donne. A tal fine è prevista l'attivazione di interventi di informazione e orientamento ai servizi del territorio. Per aiutare la partecipazione, il comune di Cavallino- Treporti renderà inoltre disponibile un servizio di baby-sitting.

 

 

Azione: 1.b Laboratori di formazione linguistica e orientamento ai servizi nel Comune di Venezia

 

Inizio e fine attività: 1 settembre 2014 – 30 giugno 2015

 

Soggetti coinvolti: Il Comune di Venezia

 

Attività: Le attività prevedono due percorsi distinti: un corso di italiano che ha l'obiettivo di far conoscere alle donne straniere i servizi presenti in città, consentendo loro di acquisire le competenze linguistiche utili alla fruizione delle principali e più necessarie risorse, e che prevede la presentazione di moduli di educazione civica che approfondiscono diverse tematiche legate all'organizzazione della vita sociale nel nostro territorio: casa, lavoro, salute, istruzione,…; un laboratorio rivolto a donne non principianti che prevede la presentazione del sistema scolastico e della programmazione dalla scuola dell'infanzia a quella secondaria di primo livello per avvicinare le madri alla scuola e ai percorsi proposti ai figli. Si prevedono anche momenti di condivisione con le madri italiane per riflettere sul ruolo genitoriale e condividere aspettative e criticità.

 

Azione: 1.c Laboratorio di orientamento e perfezionamento della lingua con particolare riferimento all'inserimento socio-occupazionale per donne immigrate

 

Inizio e fine attività: 1 settembre 2014 – 30 giugno 2015

 

Soggetti coinvolti: Il Comune di Venezia

 

Attività: Obiettivo dell'attività è quello di rafforzare la competenza linguistica e comunicativa con particolare attenzione all'ambito della ricerca lavoro. Le attività prevedono l'utilizzo di inserzioni di lavoro, l'approfondimento della comunicazione verbale e non verbale attraverso la simulazione di colloqui, la stesura di un curriculum vitae in lingua italiana, il bilancio delle competenze e la loro presentazione, la conoscenza di base delle diverse tipologie contrattuali.