Site Map

Asset Publisher

STOP FOR-BEG - AgainST emerging fOrms of trafficking in Italy: exPloited immigrants in the international phenomenon of FORced BEGging


La Regione del Veneto – Sezione Flussi Migratori, in collaborazione con la rete di aiuto alle vittime di tratta e di grave sfruttamento presenti nel triveneto, ha inteso promuovere, attraverso il progetto STOP FOR-BEG, la cooperazione e il lavoro di rete tra Forze dell’Ordine, Enti Pubblici e Associazioni, al fine di attivare interventi di prevenzione e contrasto al fenomeno della migrazione forzata e dell’immigrazione irregolare a scopo di accattonaggio, ed alla protezione delle vittime di tale forma di fenomeno migratorio.

 

STOP FOR-BEG prevede, in particolare, lo sviluppo di un piano di azione volto a:
- Implementare una ricerca-azione sulle nuove forme di migrazione forzata con particolare riferimento all’accattonaggio, volta alla conoscenza del fenomeno e tutela delle persone vittime di tratta a scopo di accattonaggio presenti sul territorio del Triveneto (durata 9 mesi);
- Formare gli operatori che si occupano del fenomeno nelle sue varie forme, per la codificazione di buone prassi in materia di segnalazione e invio, identificazione, assistenza e protezione delle vittime di tale fenomeno a scopo di accattonaggio al fine di costruire un modello operativo per contrastare l’immigrazione clandestina e reti criminali che la sfruttano; previsti 4 corsi divisi 6 moduli per un totale di 48 ore indirizzati ad 80 operatori nel campo sociale e della sicurezza (funzionari delle forze dell’ordine);
- Favorire la costruzione di un network europeo sulla migrazione forzata a scopo di accattonaggio con soggetti delle reti nazionali antitratta dei paesi di destinazione delle vittime, rilevati attraverso la ricerca-azione. Il network  sarà finalizzato allo sviluppo del monitoraggio del fenomeno e mirerà a promuovere attività di prevenzione.

 

Report finale del progetto