News generali e legali News generali e legali

22/06/2018
Proroga presentazione candidatura corsi D.O.M.D.E. - Development of Moldovan Diaspora Entrepreneurship

Si informa che è stato prorogato al 30 agosto 2018 il temine per la presentazione delle candidature al percorso di sviluppo imprenditoriale previsto dal progetto D.O.M.D.E...

19/06/2018
Presentazione del libro “DONNE IN MOVIMENTO. Migrazione e identità femminile”

Sabato 23 giugno 2018, alle ore 18.30, presso la sala civica "Giovanni e Antonio Visco", in Piazza Vischi a San Pietro di Lavagno (Verona), verrà presentato il libro "Donne in movimento. Migrazione e identità femminile. Progetto Dialogo e convivenza costruttiva tra le donne e i ragazzi" a cura di Oluwakemi Victoria Ajibola e Michele Bertani. L'iniziativa è organizzata da NWA – Nigerian Women Association di Verona, in collaborazione con il Comune di Lavagno, nell'ambito del progetto FAMI ImProVe – Immigrati Protagonisti in Veneto..

31/05/2018
Straniero a chi? Scriviamo le migrazioni. Concorso letterario per scuole secondarie di primo e secondo grado

Nell’ambito del progetto ASIS “Accompagnamento scolastico all’integrazione sociale” finanziato dal FAMI e promosso dalla Regione del Veneto, U.O. Flussi Migratori,’Università Ca’ Foscari Venezia, su incarico del partner di progetto Veneto Lavoro, ha indetto un concorso letterario sul tema delle migrazioni rivolto alle classi o ai singoli studenti e studentesse delle scuole secondarie di primo e secondo grado di tutti gli Istituti Comprensivi della regione Veneto...

31/05/2018
Avviso di preinformazione per l’individuazione di un soggetto per la realizzazione di attività di mediazione linguistico – culturale – Prog. MARI

Nell'ambito del Progetto MARI – Multicultural Actions Regional Immigration - FAMI 2014/2020 OS 2 – ON 2 Integrazione – 02 Promozione dell'accesso ai servizi per l'integrazione lett. e) annualità 2016/2018 è previsto un servizio di mediazione linguistico-culturale rivolto a Prefetture e A.ULSS (Consultori, Pronto Soccorso, pediatria, reparti,…) da realizzare attraverso l’attivazione di un punto di coordinamento regionale e di 7 punti territoriali (dislocati in ogni provincia del Veneto).