Logo Unione Europea

 

                                                      Fondo Europeo per l'integrazione di cittadini di paesi terzi

RADAR - Rete Anti-Discriminazioni e Abusi Razziali

La Sezione Flussi Migratori della Regione del Veneto in partenariato con Veneto Lavoro, dando seguito al Protocollo d'intesa siglato nel marzo del 2013 con l'Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali (UNAR), attraverso il progetto RADAR, finanziato dal Fondo Europeo per l'Integrazione dei cittadini di Paesi terzi, ha attivato una rete territoriale per la prevenzione e la riduzione delle discriminazioni fondate sulla razza e l'origine etnica.

Il progetto prevede la costituzione di una capillare Rete Territoriale per far emergere e contrastare le discriminazioni su base etnica e/o razziale, composta da "Punti Informativi", con compiti di sensibilizzazione e orientamento, e "Antenne Territoriali", effettivi punti di accesso dell'utenza per il ricevimento dei casi, l'orientamento e la consulenza, coordinati a livello provinciale da "Nodi di Raccordo".

Alla Rete Territoriale si affianca un Osservatorio Regionale con ruolo di sintesi e monitoraggio delle azioni già presenti sul territorio del Veneto e capace di mettere in rete e coordinare le iniziative locali, di promuovere lo scambio di idee e soluzioni, di valorizzare le competenze e le esperienze di tutti coloro che entreranno a far parte della rete antidiscriminazioni.