Logo Sportello Informativo Rientro

Servizi Sportello Informativo per il Rientro

La prima e principale attività del SIR è quella di informare i potenziali utenti.

Indagini e studi affermano che il migrante di rientro (non appartenente alle categorie speciali: rifugiati, richiedenti asilo e vittime di tratta) è solitamente una persona che risiede da tempo nel paese di destinazione e pertanto si trova spesso nella situazione di aver ridotto le opportunità e le occasioni di contatto con il paese d'origine. È per questo che lo Sportello Informativo Rientro offre:

  • un servizio di "prima informazione" sulle finalità dello sportello e sulle caratteristiche del servizio erogato;
  • indicazioni sulla situazione sociale, economica e occupazionale del paese di interesse per l'utente;
  • prestazioni informative e di consulenza sulla legislazione vigente in materia di immigrazione e di re-integrazione nel paese d'origine (assistenza sociale, trasferimento del credito, educazione dei figli, etc…).

Ad una prima fase meramente informativa ne segue una seconda di supporto all'utente per la definizione del progetto di rientro. A tale scopo, il SIR offre:

  • un primo colloquio, con stipula di un "patto di collaborazione" tra il responsabile dello sportello ed il soggetto interessato a rientrare nel proprio Paese d'origine;
  • ulteriori colloqui, secondo necessità, al fine di definire le competenze dell'utente (professionali, trasversali, nascoste), allo scopo di facilitare i contatti già attivati con i referenti (servizi per l'Impiego, imprese, associazioni) in Veneto e/o nel proprio paese d'origine;
  • la realizzazione, in compartecipazione tra utente e responsabile dello sportello, di un vero e proprio "progetto individuale di rientro (PIR)" coerente con le informazioni raccolte e l'eventuale segnalazione di ulteriori contatti in grado di facilitare la realizzazione del progetto stesso.